revolution@csquare.it

Futurama e la Circular Economy

Futurama e la Circular Economy

Cosa lega il cartoon Futurama e la Circular Economy?

Se non la conosci, Futurama é una sitcom un po’ irriverente ambientata negli anni 3000 in cui i robot vivono insieme agli uomini e il pianeta terra é completamente trasformato.

In alcuni episodi si vede che per poter sopravvivere é stato creato un nuovo mondo, contrapposto al mondo sotterraneo nel quale vivono i mutanti, nel quale vengono accumulati e “nascosti” i rifiuti e che in definitiva nasconde tutti lati negativi e oscuri del pianeta.

Probabilmente, da un certo punto di vista, quello di creare un mondo sotterraneo in cui nascondere tutto é quello che vorremmo fare anche noi. Purtroppo non abbiamo ben chiaro che il pianeta terra é uno solo, che le risorse del pianeta sono limitate e dovremmo proteggerle. Anzi peggio non ci rendiamo conto che prima ancora delle risorse, dovremmo preservare la nostra stessa incolumitá. Noi e tutti gli esseri viventi sul pianeta siamo fragili e stiamo per arrivare ad un bivio che potrebbe portarci alla distruzione.

Non vogliamo fare un discorso troppo complesso, ma é ormai palese che, a meno di colonizzare altri pianeti ( cosa che probabilmente in un futuro non troppo lontano potrá avvenire) e trasferirci tutti altrove, dobbiamo iniziare a pensare al sistema pianeta come qualcosa che dipende da ogni singola persona e azienda.

L’Economia Circolare é probabilmente l’unica strada per ripensare al nostro modo di essere produttori e consumatori in maniera completamente diversa.

Dal tuo punto di vista, devi partire da alcune semplici azioni:

    • Riduci il numero di bottiglie di plastica che usi. Puoi semplicemente acquistare una caraffa filtrante da usare a casa e una bottiglia in acciaio inox da portare con te quando vai al lavoro. Provaci e vedrai una riduzione drastica dei tuoi sacchetti di immondizia e otterrai anche un risparmio utile alla tua economia domestica;
    • Diventa un consumatore consapevole. Cerca di evitare confezioni monodose e prodotti usa e getta. I supermercati sono pieni di prodotti con molteplici confezioni necessarie a scopo di marketing; prova ad essere piú attento nella scelta.
    • Acquista frutta e verdura a km0. Sappiamo che non é sempre possibile, soprattutto in cittá, ma proviamo a sacrificare l’aspetto esteriore di frutta e verdura pensando alla qualitá del prodotto e preferendo prodotti a km0. Soprattutto consumiamo prodotti di stagione.
    • Inizia a porre attenzione a quello che ti circonda. In questo modo riusciremo ridurre la quantitá di prodotti che finisce in discarica.
    • Impegnati a tenere pulito e pulire. Sí, il cambiamento parte da ognuno di noi e possiamo essere noi a far crescere la sensibilitá di chi ci é vicino verso queste tematiche. Ne abbiamo giá parlato in Economia Circolare e teoria delle finestre rotte

Deve essere un obiettivo di tutti fare in modo che la Rivoluzione Circolare avanzi senza sosta come in un grande passaparola e con un cambio nel nostro modo di vivere il mondo. Noi di CsquaRE ce la stiamo mettendo tutta, unisciti a noi nella Circural Revolution

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *