revolution@csquare.it

Incentivi per Ricerca e Sviluppo in ambito Economia Circolare

Incentivi per Ricerca e Sviluppo in ambito Economia Circolare

L’articolo 26 del decreto legge del 30 aprile 2019, n. 34 – Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. pubblicato sulla (GU Serie Generale n.100 del 30-04-2019) prevede l’introduzione di  “Agevolazioni a sostegno di progetti di  ricerca e sviluppo per la riconversione dei  processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare”

Da quanto si legge sul decreto la misura e presa per favorire la transizione  delle attivitá economiche verso  un modello di economia circolare,   finalizzata alla riconversione produttiva del tessuto  industriale,

Le misure sono rivolte a progetti di ricerca e sviluppo finalizzati alla riconversione produttiva delle attivitá economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti,  tramite lo sviluppo delle   tecnologie abilitanti fondamentali – Key Enabling Technologies (KETs), relative a:

  1. Innovazioni di prodotto e di processo in  tema di utilizzo efficiente delle risorse  e di trattamento e trasformazione dei rifiuti, compreso il riuso dei materiali  in un’ottica di economia circolare o a «rifiuto zero» e di compatibilita’  ambientale (innovazioni eco-compatibili);
  2. Progettazione  e sperimentazione  prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento  dei percorsi di simbiosi industriale, attraverso, ad esempio, la definizione  di un approccio sistemico alla riduzione, riciclo e riuso degli scarti alimentari, allo sviluppo di sistemi di ciclo integrato delle acque e al riciclo delle materie prime;
  3. Sistemi, strumenti  e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la  fornitura, l’uso razionale e la  sanificazione dell’acqua;
  4. Strumenti tecnologici innovativi in grado  di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
  5. Sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging)  che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;

Il fondo messo a disposizione é di 140 Milioni di euro e prevede:

  • un finanziamento agevolato per una percentuale nominale delle spese e dei costi ammissibili pari al 50 per cento;
  • contributo diretto alla spesa fino al  20 per cento delle spese e dei costi ammissibili.

Sembra che in qualche modo si stia iniziando a prendere la giusta direzione per agevolare la migrazione verso un modello di economia circolare.

La parte piú interessante é legata al fatto che l’economia circolare é parte integrante del Decreto Crescita, e che quindi, come da sempre affermiamo noi di CsquaRE, la #RivoluzioneCircolare porta grande valore non solo al pianeta ma anche alla crescita del Paese.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *